Camper Club Valdera

Campeggi in Toscana e in Italia, al mare e in montagna. Aree di sosta, camping, turismo itinerante.

IL REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELLO STATUTO DEL CAMPER CLUB VALDERA

Il Camper Club Valdera per conseguire gli scopi indicati nello Statuto, nonché dare la giusta interpretazione agli indirizzi in esso contenuti, adotta il seguente Regolamento di Attuazione.

L’Associazione, essendo un club che non ha fini di lucro, non intende perseguire alcuna procedura prevista dalla vigente normativa per il recupero delle quote associative annuali; con il regolamento di attuazione dello statuto si limita ad indicare: le modalità ed i termini per il pagamento della quota sociale, la determinazione della morosità degli associati inadempienti e la cancellazione dal registro dell’Associazione.

Il regolamento di attuazione dello statuto (di seguito definito semplicemente “regolamento”) stabilisce in dettaglio le modalità per l’elezione e la nomina del Consiglio di Amministrazione, le cariche sociali, nonché il modo di comportamento degli associati in occasione dei raduni.

Tutti coloro che non riterranno opportuno tenere conto delle norme contenute nel presente regolamento, potranno essere deferiti al Consiglio di Amministrazione per i provvedimenti di competenza.

Tutti i soci del Club si impegnano ad accettare e rispettare tutte le norme del regolamento in tutti i suoi contenuti.

Art. 1 - ISCRIZIONE

1. Chi aspira a diventare socio del Camper Club Valdera dovrà:

a) fare domanda al Consiglio di Amministrazione, compilando in ogni sua parte l’apposito stampato e firmare l’autorizzazione per l’utilizzo dei dati richiesti che saranno usati ai soli fini istituzionali e per le comunicazioni che il Camper Club Valdera dovrà fornire agli associati, ai sensi del Decreto Legislativo 30 Giugno 2003 n.196; non potrà essere apposta alcuna modific al testo del modulo di iscrizione, pena la non accettazione della domanda;

b) versare l’importo della relativa quota sociale.

2. Il Consiglio di Amministrazione procederà all’inserimento dei nominativi ed i relativi dati (dati anagrafici, indirizzo di residenza, recapiti telefonici, indirizzi di posta elettronica, ecc.) di ogni socio in un apposito registro degli iscritti alla Associazione, assegnando ad ognuno di essi una tessera della stessa Associazione avente come numero quello corrispondente al suddetto registro; il registro dovrà essere aggiornato in occasione di ogni altra nuova iscrizione.

3. I soci sono obbligati a segnalare per scritto, o con messaggio (sms al tel. 389 1519740), oppure all’indirizzo di posta elettronica info@camperclubvaldera.it, ogni variazione dei dati comunicati in sede di iscrizione alla Associazione, al fine di aggiornare quelli riportati nell’apposito registro.

4. Il Consiglio di Amministrazione, ai sensi dell’art.7 dello Statuto, entro 30 (trenta) giorni dalla presentazione della richiesta, potrà insindacabilmente respingere la domanda di iscrizione. Nel caso di non ammissione all’aspirante socio verrà restituito quanto da lui versato, e non sarà fornita alcuna motivazione per la non ammissione.

Art. 2 - SOCI ONORARI

1. Il Consiglio di Amministrazione potrà nominare soci onorari su proposta deliberata dall’assemblea. Il socio onorario, fino alla scadenza del mandato del Consiglio di Amministrazione,non avrà diritto di voto.

2. Il socio onorario successivamente al periodo di cui al precedente comma 1 potrà acquisire il diritto al voto provvedendo alla quota annuale di iscrizione.

Art. 3 - QUOTA SOCIALE

1. I soci a cadenza annuale saranno tenuti al pagamento della quota associativa.

2. Il Consiglio di Amministrazione, con comunicazioni periodiche, informerà gli associati dove e quando sarà possibile effettuare il pagamento della quota annuale, anche anticipata, come in occasione delle riunioni per le assemblee, dei raduni e nei luoghi dove sarà ritenuto opportuno effettuare tale operazione. In questa occasione sarà anche comunicato l’ammontare della quota sociale.

3. Il Consiglio di Amministrazione con propria deliberazione determinerà l’ammontare della quota sociale da applicare per l’anno in corso e/o per quello successivo.

4. I soci che non avranno provveduto al pagamento della quota associativa annuale entro la data del 31 Maggio di ogni anno sarà loro sospesa l’iscrizione fino ad un massimo di due annualità, dopodiché i soci saranno considerati morosi e quindi ai sensi dell’art.9 dello Statuto, saranno cancellati nel registro degli iscritti.

5. Sarà consentita la riammissione alla Associazione previo pagamento fino ad un massimo di 2 (due) annualità insolute.

6. Le quote di iscrizione e le quote associative annuali versate alla Associazione non sono rimborsabili; sono rimborsabili solo le quote sociali versate in sede di prima iscrizione,quando non sia accettata la domanda di iscrizione.

Art. 4 - CESSAZIONE DI APPARTENENZA

1. La qualità di socio del Club si perde:

a) per dimissioni, da trasmettere al Consiglio di Amministrazione per mezzo lettera, oppure per e-mail all’indirizzo info@camperclubvaldera.it, entro il 31 Ottobre e comunque non oltre 31 Dicembre;

b) per cancellazione, in conseguenza di mancato pagamento della quota associativa annuale o di altro debito verso il Club;

c) per radiazione deliberata dal Consiglio di Amministrazione, ai sensi dell’art.9 dello Statuto, per comportamenti riprovevoli in privato e/o in pubblico, o quando, in qualunque modo, arrechi danni all’immagine e/o materiali all’Associazione;

d) per decesso.

2. Il socio dimissionario potrà ripresentare domanda di iscrizione nelle modalità indicate al precedente art.1; il Consiglio di Amministrazione, in caso di accettazione, lo iscriverà nel registro dei soci ad un nuovo numero e gli sarà consegnato una nuova tessera di identificazione.

3. Il socio radiato per le motivazioni di cui al precedente comma 1 lettera c) non potrà essere nuovamente iscritto all’Associazione.

Art. 5 - ASSEMBLEE

1. L’Assemblea dei soci può essere ordinaria o straordinaria. Potranno parteciparvi tutti i soci in regola col pagamento della quota Associativa.

2. L’Assemblea ordinaria sarà convocata dal Presidente del Consiglio di Amministrazione, ai sensi dell’art.15 dello Statuto, almeno una volta all’anno, entro il 30 Aprile per mezzo di comunicazione scritta trasmessa attraverso il servizio postale o, per chi ne fosse dotato, attraverso l’invio della convocazione all’indirizzo di posta elettronica riportata nel registro delle iscrizioni.

3. Sono di competenza dell’Assemblea ordinaria:

a) approvazione dei bilanci preventivi e consuntivi;

b) elezione del Consiglio di Amministrazione;

c) altri argomenti predisposti da almeno 1/10 (un decimo) dei soci aventi diritto al voto, in merito all’indirizzo e allo svolgimento delle attività del Club per il conseguimento degli scopi sociali nei limiti dello Statuto, ai sensi dell’art.15 ultimo periodo dello stesso Statuto.

4. In occasione di Assemblee, ai sensi del’art.16 dello statuto, ogni socio potrà rappresentare solo un socio che non partecipa alla riunione, purché sia munito di delega scritta debitamente firmata dal socio delegante unita alla copia del documento di identità in corso di validità; tale condizione potrà essere accettata quando:

a) sia il socio delegante ed il socio delegato siano in regola con i pagamenti delle quote Associative, ai sensi del precedente comma 1;

b) la delega sia consegnata al Segretario prima dell’inizio della seduta di ogni assemblea ed riportata apposita annotazione nel verbale della seduta della riunione. In questo caso il socio delegato avrà diritto di esprimere oltre al proprio voto, anche quello di chi rappresenta.

Art. 6 - ORGANI SOCIALI E LORO ELEZIONE

1. Il Consiglio di Amministrazione, ai sensi dell’art.10 dello Statuto, ha validità 2 (due) anni.

2. Le elezioni del nuovo Consiglio di Amministrazione dovranno avvenire entro il termine massimo del 30 Novembre ed il Presidente del Consiglio di Amministrazione uscente convocherà in assemblea tutti i soci, nelle modalità di cui all’art.19 dello Statuto, con almeno 15 (quindici) giorni di preavviso con lettera (per chi fosse sprovvisto di indirizzo di posta elettronica) o per comunicazione trasmessa all’indirizzo di posta elettronica di ogni socio risultante nell’apposito registro degli iscritti.

3. L’assemblea sarà valida se in prima convocazione sarà presente la metà più uno dei soci, ed in seconda convocazione, trascorsa un´ora da quella fissata, con qualunque numero dei soci intervenuti.

4. L’assemblea e la Commissione Elettorale sarà presieduta dal Presidente del Consiglio di Amministrazione uscente, o in sua assenza dal Vice-Presidente e sarà composta da 2 (due) scrutatori ed un segretario verbalizzante, nominati tra i partecipanti all’assemblea.

5. Non potranno far parte nella Commissione Elettorale i membri del Consiglio di Amministrazione uscente, ad esclusione delle cariche di cui al precedente comma 4.

6. Prima dell’assemblea di cui al precedente comma 4, qualsiasi socio, in regola con i versamenti delle quote associative, potrà candidarsi alla carica di Consigliere mediante comunicazione scritta che farà pervenire al Presidente o al Segretario del Consiglio di Amministrazione uscente.

7. La lista dei candidati alla carica di Consigliere potrà essere formulata, oltre che nelle modalità di cui al comma precedente, anche durante l’assemblea nelle fasi immediatamente precedenti le elezioni, che sarà manifestata dai soci interessati.

8. I soci, ai sensi del precedente art.5 comma 4, in regola con i pagamenti delle quote associative, potranno esprimere le proprie preferenze riportando sulla scheda elettorale il nominativo di 5 (cinque) candidati a far parte del nuovo Consiglio di Amministrazione.

9. Al termine delle operazioni di votazione, sarà proceduto allo spoglio delle schede e deliberato il nuovo Consiglio di Amministrazione che sarà composto da n.5 Consiglieri, ai sensi dell’art.11 dello Statuto.

10. Il Presidente del Consiglio di Amministrazione uscente:

a) convocherà entro 15 (quindici) giorni successivi alle elezioni, il nuovo Consiglio di Amministrazione, per la nomina delle nuove cariche, congiuntamente a 3 (tre) candidati non eletti con il numero maggiore di preferenze;

b) la seduta sarà presieduta dal Presidente uscente, il quale procederà alla nomina del segretario verbalizzante ed inizierà la consultazione dei consiglieri per la nomina delle cariche del Consiglio di Amministrazione;

c) i consiglieri saranno chiamati ad esprimere le candidature e le preferenze sul/i candidato/i, con voto palese, per la nomina del Presidente, ed a seguire del Vice-Presidente ed il Segretario;

d) a parità di voti riportati, prevale l’anzianità di iscrizione e a parità di anzianità di iscrizione prevale la maggiore età.

11. Tutte le cariche sociali sono ricoperte a titolo gratuito.

12. In caso di vacanza di uno o più componenti del nuovo Consiglio di Amministrazione, o per rinuncia dei nuovi Consiglieri, il Presidente del Consiglio di Amministrazione uscente provvederà alla reintegrazione con i soci che nelle ultime elezioni risultino in graduatoria subito dopo gli eletti.

13. Il nuovo Consiglio di Amministrazione non potrà essere nominato se dovesse presentare la vacanza di 2 (due) consiglieri; entro 7 (sette) giorni dalla prima convocazione di cui al precedente comma 10 lettera a), il Presidente del Consiglio di Amministrazione uscente dovrà convocare i soci per una nuova elezione dei nuovi componenti dello stesso Consiglio di Amministrazione, nelle modalità indicate dai commi precedenti. Non potendo essere rispettati i termini sopra indicati, eccezionalmente, il Presidente del Consiglio di Amministrazione uscente prorogherà il mandato di ulteriori 6 (sei) mesi allo stesso Consiglio di Amministrazione uscente, al fine di ripetere le consultazioni elettorali e nominare il nuovo Consiglio e delle cariche sociali.

14. Le dimissioni dei componenti del Consiglio di Amministrazione dovranno essere presentate in forma scritta (con lettera o con e-mail) indirizzate al Presidente, con la specificazione delle cause che le avranno motivate.

15. Il Presidente convocherà, entro 7 (sette) giorni dalla ricezione, il Consiglio di Amministrazione, compreso il dimissionario per i relativi provvedimenti.

Art. 7 - FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

1. Il Consiglio di Amministrazione sarà convocato dal Presidente ogni qualvolta questi ne ravviserà l’opportunità o ne venga fatta richiesta sottoscritta da almeno due membri del Consiglio stesso. La convocazione dovrà essere fatta con almeno 5 (cinque) giorni di preavviso.

2. L’ordine del giorno di ogni riunione dovrà essere comunicato ai consiglieri al momento della convocazione.

3. Di ogni riunione dovrà essere redatto il relativo verbale sull’apposito libro, che dovrà essere sottoscritto dal Presidente e dal Segretario.

4. Le deliberazioni potranno essere votate a scrutinio segreto su richiesta anche di un Consigliere.

5. I Consiglieri che non potranno intervenire alle riunioni saranno tenuti a darne tempestiva comunicazione al Presidente o al Segretario del Consiglio di Amministrazione. Successivamente saranno tenuti ad informarsi sugli argomenti discussi.

6. I Consiglieri che diserteranno tre riunioni consecutive, senza valido motivo, saranno passibili di decadenza dall’incarico. La decadenza della carica sarà deliberata dal Consiglio di Amministrazione.

7. Il Consiglio di Amministrazione stabilirà un organigramma con la suddivisione dei vari compiti tra i propri componenti, salvo le cariche previste dallo Statuto.

8. Il Consiglio di Amministrazione potrà delegare i Consiglieri preposti a particolari settori dell’attività Sociale, alla contabilizzazione dei rispettivi fondi, sotto la sorveglianza del Presidente. In tal caso la contabilità relativa dovrà essere presentata al Presidente entro il mese di Dicembre, in modo da consentirne il reinserimento nella contabilità generale. Ogni fiduciario sarà ritenuto personalmente responsabile del proprio operato verso il Consiglio di Amministrazione.

Art. 8 - ELEGGIBILITA’

1Per essere eletti nel Consiglio di Amministrazione, occorrerà:

a)non aver ricevuto ammonizioni;

b) non aver ricevuto richiami nel precedente triennio;

c) per il Consiglio di Amministrazione, non essere soci onorari.

2. Le candidature dovranno essere proposte nelle modalità di cui ai comma 6 e 7 dell’art.6.

3. Saranno cause assolute di ineleggibilità e appartenenza agli organi direttivi:

a) essere proprietari, gestori, direttori o comunque dipendenti di parchi di campeggio, con fini di lucro;

b) esercitare attività commerciali o industriali nel campo degli articoli di campeggio, tende, motorcaravan e simili.

Art. 9 - MANIFESTAZIONI SOCIALI

1. Premesso che il Camper Club Valdera è una associazione apolitica, no profit, aperta agli utilizzatori di camper, uniti da motivazioni culturali e da rapporti di amicizia che possiedono il comune interesse di vivere il tempo libero all'aria aperta, avendo, come scopo, la diffusione, l'organizzare e la tutela del turismo itinerante, gli obiettivi dell'associazione sono l'aggregazione tra i soci, la promozione di manifestazioni culturali e sociali fornendo ai soci stessi informazioni sui campeggi e località turistiche, la predisposizione di appositi itinerari Italiani ed Esteri, la stipula di convenzioni con rivenditori del settore con aziende ad esso connesse tra le quali le officine specializzate, le società assicuratrici e con chiunque altro abbia attinenza con le necessità dell'associazione. Inoltre, la stessa, si prefigge di operare in favore della diffusione della coscienza civica nei riguardi dei problemi dell'ambiente e del territorio.

2. Ogni socio, o gruppo di soci, potrà proporre entro il mese di Novembre, i raduni e le gite da svolgere nell’anno seguente. Il Consiglio di Amministrazione potrà preparare entro il mese di Marzo il programma generale per l’anno in corso o, in alternativa, del primo semestre. Successivamente, tenendo conto delle proposte pervenute, verificandone preliminarmente la fattibilità, potrà predisporre il programma delle iniziative del secondo semestre.

3. Tali programmi, per ragioni di opportunità o cause di forza maggiore, potranno essere modificati.

4. Il Consiglio di Amministrazione comunicherà a tutti gli associati il programma delle manifestazioni e raduni (per posta elettronica o con comunicazione scritta, trasmessa attraverso il servizio postale, per chi non avesse indicato al momento dell’iscrizione l’e-mail).

5. Per ogni manifestazione verranno nominati in precedenza dal Consiglio di Amministrazione uno o più organizzatori tra i soci del Club e per iniziative particolarmente complesse, se necessario, anche estranei al Club stesso; gli organizzatori prepareranno il programma della manifestazione e ne cureranno il regolare svolgimento, con poteri discrezionali, entro i limiti indicati dal Consiglio di Amministrazione.

6. Alle manifestazioni potranno partecipare tutti i soci iscritti. I soci che desidereranno far partecipare alle manifestazioni persone amiche o familiari non iscritti al Club, anche se tesserati con altre Associazioni, con proprio camper, dovranno provvedere alla relativa iscrizione entro il termine fissato dal programma di ogni manifestazione. Gli ospiti non beneficeranno delle agevolazioni riservate ai soci.

7. Per motivi organizzativi potranno essere stabilite, dandone comunicazione nel programma:

a) una data entro cui dovranno pervenire le adesioni accompagnate dalle eventuali quote di partecipazione;

b) una data entro cui dovranno essere date le conferme degli equipaggi che intenderanno partecipare alla manifestazione;

c) in caso di rinuncia a partecipare ad una manifestazione, per la quale fosse stata pagata anche la quota di partecipazione, questa non sarà restituita.

8. Gli eventuali partecipanti non in regola con le quote associative, o che non hanno rinnovato o aderito nei termini di cui al precedente paragrafo 5, dovranno mettersi in regola con il pagamento delle quote associative insolute.

Art. 10 – MODO DI COMPORTAMENTO DURANTE LE MANIFESTAZIONI

1. I soci che parteciperanno a raduni e/o manifestazioni organizzate da questa Associazione, dovranno rispettare il presente regolamento, tenendo un comportamento irreprensibile e si assumeranno la responsabilità dei comportamenti delle persone che faranno partecipare alle stesse manifestazioni.

2. I partecipanti dovranno attenersi alle disposizioni degli organizzatori per quanto concerne lo svolgimento delle manifestazioni; coloro che ne turberanno il regolare svolgimento dovranno essere segnalati dagli organizzatori al Consiglio di Amministrazione che prenderà gli opportuni provvedimenti disciplinari.

3. Ogni socio sarà tenuto ad avere un comportamento improntato al civismo ed al rispetto degli altri soci e delle persone. Eventuali reclami, legati a fatti anche al di fuori di manifestazioni organizzate dal Club, dovranno essere fatti pervenire al Consiglio di Amministrazione per iscritto per l’opportuna discussione e se del caso dovranno essere adottati gli opportuni provvedimenti disciplinari.

4. Il Club pretende e pretenderà dai propri associati un comportamento rispettoso dei luoghi che ci andranno ad ospitare, osservando le regole morali, etiche ed igieniche e di tutela nei confronti dell’ambiente circostante. E’ e sarà vietato nella maniera più assoluta abbandonare rifiuti in aree o al di fuori degli appositi contenitori, nonché scaricare liquidi di qualsiasi genere al di fuori delle apposite strutture (camper service o aree attrezzate).

5. In caso di controversia tra soci che coinvolga anche l’Associazione, la stessa dovrà essere portata ed esaminata in Consiglio di Amministrazione ed eventualmente dall’Assemblea dei soci.

6. Nel corso dei vari raduni, i soci rispetteranno l’orario del silenzio, nei limiti del buon senso, onde evitare reclami da parte di altre persone (rumori molesti).

7. I soci che durante i raduni si accompagneranno al proprio animale domestico (cane, gatto, etc.) saranno tenuti ad osservare le norme di sicurezza riconoscendo il principio di diligenza del buon padre di famiglia nel rispetto di coloro i quali ne subiscono le fobie.

8. In partenza per i raduni a gruppi di camper, si pretenderà dai soci di attenersi scrupolosamente alle norme del Codice della Strada e dovranno essere rispettati i limiti di velocità e la distanza di sicurezza dei mezzi, per agevolare il rientro degli autoveicoli in sorpasso e a quanto stabilito dall’organizzazione.

9. I soci saranno invitati a comunicare tempestivamente al Consiglio di Amministrazione eventuali incongruenze o disagi, notati o subiti, nel corso dei relativi raduni, per far si che lo stesso ne venga a conoscenza ed intervenga con i relativi provvedimenti.