Camper Club Valdera

Informazioni sul turismo in camper, opinioni su vacanze e viaggi in camper.

Lo Statuto del Camper Club Valdera

Art. 1 Nell´anno duemilauno si è costituita l´associazione turistica e culturale denominata Camper Club Valdera.

Art. 2 L´Associazione ha la propria sede in Ponsacco Via Vivaldi n° 1.

Art. 3 Il Camper Club Valdera è un´Associazione costituita ai sensi delle Leggi vigenti, non avente scopo di lucro, che si propone sia di promuovere che di organizzare manifestazioni a sfondo turistico e culturale.

Art. 4 La durata dell´Associazione è illimitata.

Art. 5 Il numero dei soci è illimitato; al Camper Club Valdera possono aderire tutti i cittadini di ambo i sessi che abbiano compiuto il 18° anno di età. I soci si suddividono in due categorie: I soci fondatori, cioè tutti coloro che hanno dato vita all´Associazione e ne hanno sottoscritto l´atto costitutivo; I soci ordinari, cioè tutti coloro che vengano ammessi a far parte dell´Associazione dopo la sua costituzione.

Art. 6 Per essere ammesso a socio ordinario è necessario presentare domanda scritta al consiglio con le seguenti modalità: Indicare nome, cognome, luogo e data di nascita, residenza; Dichiarazione di attenersi al presente statuto ed alle deliberazioni degli organi sociali.

Art. 7 L´ammissione a socio è automatica se il Consiglio non respinge la domanda di iscrizione entro 30 giorni dalla data di presentazione. In tal caso l´interessato potrà presentare ricorso che dovrà essere esaminato nella prima assemblea. Al momento dell´ammissione, il socio verserà la quota di associazione la quale verrà stabilita annualmente dal Consiglio e riceverà la tessera sociale del Camper Club Valdera, documento atto a qualificarlo come tale. I soci che non avranno presentato per iscritto le loro dimissioni entro il 31 Ottobre di ogni anno, saranno considerati soci anche per l´anno successivo ed obbligati al versamento della quota annuale di associazione che è intrasmissibile.

Art. 8 I soci sono tenuti: Al pagamento della tessera sociale; All´osservanza dello statuto, degli eventuali regolamenti interni e delle deliberazioni prese dagli organi sociali.

Art. 9 I soci sono espulsi o radiati per i seguenti motivi: Quando non ottemperino alle disposizioni del presente statuto, ai regolamenti interni, o alle deliberazioni prese dagli organi sociali; Quando si rendono morosi nel pagamento della tessera sociale; Quando, in qualunque modo, arrechino danni morali o materiali all´Associazione; Quando tengono in privato e pubblico riprovevole condotta. Le espulsioni e le radiazioni saranno decise dal consiglio a maggioranza assoluta dei suoi membri. I soci radiati per morosità potranno, dietro domanda, essere riammessi pagando la regolare tassa di iscrizione. I soci espulsi potranno ricorrere contro il provvedimento nella prima assemblea. La qualità di socio inoltre, si perde per decesso e per dimissioni.

Art. 10 L´Associazione è amministrata da un Consiglio di Amministrazione composto da membri eletti dall´Assemblea dei Soci ogni DUE ANNI. In caso di dimissioni o di decesso di uno o più consiglieri, il Consiglio, alla prima riunione provvede alla sua sostituzione chiedendone convalida alla prima assemblea.

Art. 11 Il Consiglio è composto da un Presidente, un Vice-Presidente, un Segretario e due Consiglieri.

Art. 12 Il Consiglio si riunisce tutte le volte che il Presidente lo ritenga necessario o ne sia fatta richiesta da almeno tre dei suoi membri o comunque almeno una volta all´anno per deliberare in ordine al consuntivo e al preventivo e all´ammontare della quota sociale. Per la validità delle deliberazioni occorre la presenza effettiva della maggioranza dei membri del Consiglio ed il voto favorevole della maggioranza dei presenti; in caso di parità, prevale il voto di chi presiede. Il Consiglio è presieduto dal Presidente, in sua assenza dal Vice-Presidente, in assenza di entrambi, tale compito verrà rilevato dal più anziano di età dei presenti. Delle riunioni del Consiglio, verrà redatto su apposito libro, il relativo verbale, che verrà sottoscritto dal Presidente e dal Segretario.

Art. 13 Il Consiglio organizza e gestisce l´attività dell´Associazione curandone il buon andamento, e determina l´ammontare della quota di associazione.

Art. 14 Il Presidente, ed in sua assenza il Vice-Presidente, rappresenta legalmente l´Associazione nei confronti dei terzi ed in giudizio, cura l´esecuzione dei deliberati dell´assemblea e del Consiglio, salvo ratifica da parte di questo alla prima riunione.

Art. 15 I soci sono convocati in assemblea dal Consiglio almeno una volta all´anno entro il 30 Aprile mediante affissione nell´albo dell´Associazione, dell´avviso di convocazione contenente l´ordine del giorno, avviso affisso almeno quindici giorni prima di quello fissato per l´adunanza. L´Assemblea, può essere convocata su richiesta firmata da almeno un decimo dei Soci a norma dell´art. 20 del C.C.

Art. 16 L´Assemblea è composta da tutti i soci in regola con il pagamento delle quote associative, ed ogni socio ha la facoltà di farsi rappresentare mediante atto di delega, da altro socio. L´Assemblea delibera sul bilancio consultivo e preventivo, sugli indirizzi e direttive generali dell´Associazione, sulla nomina dei componenti il Consiglio di Amministrazione.

Art. 17 L´Assemblea straordinaria è competente in via esclusiva su: Modifiche dello statuto; Scioglimento dell´Associazione; L´Assemblea straordinaria è validamente costituita in prima convocazione, con la presenza di almeno due terzi dei soci aventi diritto al voto, ed in seconda convocazione da tenersi almeno un´ora dopo con la presenza della metà più uno dei soci.

Art. 18 L´Assemblea è presieduta dal Presidente del Consiglio, in mancanza dal Vice-Presidente, in mancanza di entrambi, l´Assemblea nomina il proprio Presidente sostituto. Il Presidente dell´Assemblea nomina un Segretario. Delle riunioni di Assemblea, si redige processo verbale firmato dal Presidente e dal Segretario

.

Art. 19 L´Assemblea ordinaria sarà valida se in prima convocazione sarà presente la metà più uno dei soci, ed in seconda convocazione, trascorsa un´ora da quella fissata, con qualunque numero dei soci intervenuti. Le votazioni avverranno per alzata di mano.

Art. 20 Il Segretario partecipa a tutte le riunioni del Consiglio e ne redige i verbali. Ha il compito di tenere la contabilità dell´Associazione, di provvedere al suo normale funzionamento, alla riscossione dei crediti ed al pagamento delle spese. In assenza, tali compiti spettano al Presidente ed al Vice-Presidente.

Art. 21 Il fondo comune dell´Associazione è costituito dai beni mobili ed immobili che diverranno di proprietà dell´Associazione, da eventuali fondi di riserva costituiti con le eccedenze di bilancio, da eventuali erogazioni, donazioni, lasciti. Le entrate dell´Associazione sono costituite: dalle quote sociali; dall´utile derivante da manifestazioni o partecipazioni ad esse; da ogni altra entrata che concorra ad incrementare l´attivo sociale. E´ fatto comunque divieto di distribuire anche in modo indiretto utili o avanzi di gestione durante la vita dell´Associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione non sia imposta dalla Legge.

Art. 22 L´esercizio finanziario chiude il 31 Dicembre di ogni anno.

Art. 23 In caso di scioglimento dell´Associazione, il patrimonio dell´Ente dovrà essere devoluto ad altra associazione con finalità analoghe, o ai fini di pubblica utilità di cui all´art. 3 comma 190, della Legge 23/12/1996, n° 662 fatto salvo la diversa destinazione imposta dalla Legge.